Partecipa a Blog Cagliari Calcio 1920

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Maran: "Vinto con ferocia, non vogliamo fermarci"

"Continuiamo così, entusiasmandoci"

Condividi su:

La gara tra Cagliari e Fiorentina è terminata con il risultato di 5-2 e Rolando Maran è appena arrivato in sala stampa per commentare con i giornalisti presenti la prestazione contro i toscani.

Ecco le sue parole:

"Le domande sull'importanza di questo anno per il Cagliari e la responsabilità di onorarlo le sento dalla prima giornata di campionato. La nostra attenzione e ferocia non mancano mai, noi cerchiamo di fare le cose al meglio alimentando sempre quello che stiamo facendo e cerchiamo di divertirci.

È un momento in cui stiamo bene e la squadra ha distanze corte e questo permette di spendere poche energie. Vedo una crescita perché c'è grande applicazione da parte di tutti, ieri mi chiedevano se avevo paura di un calo ma oggi ho visto una grande ferocia e oggi non era una gara facile perché la Fiorentina è una squadra difficile, il risultato non inganni...

Gomez ha detto che in Italia si pressa poco? Io non devo rispondere a lui, probabilmente faceva il paragone tra il calcio italiano e gare di un certo livello come quelle di Champions. Noi facciamo un certo tipo di lavoro e lo facciamo ogni settimana per migliorarci. Siete voi che mi fate pensare al fatto che non metto sempre gli stessi undici in campo ma, come dicevo ieri, ho più di undici titolari e oggi avrei potuto fare altri cambi e il risultato non sarebbe cambiato. È un merito al loro lavoro​.

Essere paragonati al Grande Cagliari dello scudetto è una grande emozione ma noi dobbiamo pensare giorno per giorno, sappiamo che stiamo facendo oltre i nostri limiti e vogliamo continuare così, entusiasmandoci. Poi più avanti vedremo.

Pensare di avere partite facili dopo la sosta sarebbe l'errore più grande che potremmo fare... Stiamo vedendo che non ci sono partite facili...

Discorsi a lunghi termine non dobbiamo farne, non per fare il pompiere, ma perché dobbiamo lavorare giorno per giorno, vedendo dove il lavoro quotidiano ci porta. Secondo me è questo modo di lavorare che ci può aiutare a fare sempre meglio...

Rog? Fa sempre delle buone gare ma molto spesso non riusciamo a capitalizzare le sue giocate, e anche lui deve migliorare su questo aspetto. Se lui migliora, migliora anche tutta la squadra e ci divertiamo​".

Condividi su:

Seguici su Facebook