Partecipa a Blog Cagliari Calcio 1920

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

CAGLIARI, BUON PARI A VERONA

In gol Marin, 1-1 al Bentegodi

Condividi su:

Da parte di Antonello Cossu è tutto, un saluto ed un ringraziamento ai lettori dalla redazione di www.blogcagliaricalcio1920.net. Rimanete collegati per le pagelle e le dichiarazioni dei protagonisti nel dopo gara.

93' Fischio finale di Manganiello: pareggio 1-1 tra Verona e Cagliari, risultato giusto per quanto visto in campo. Un tempo a testa, il primo giocato meglio dal Verona, il secondo dal Cagliari. Bellissima partita quella andata in scena al Bentegodi!

90' 3 minuti di recupero concessi da Manganiello.

90' Cambio nel Cagliari: fuori Sottil e dentro Tramoni.

87' Ceccherini manca la zampata vincente! Il difensore gialloblù svirgola un pallone invitante che gravitava pericolosamente all'interno dell'area del Cagliari! Che bella partita al Bentegodi!

86' Verona vicino al gol! Dimarco disegna una parabola perfetta per l'inserimento di Favilli che però non arriva a colpire perfettamente il pallone di testa. Sul secondo palo Salcedo non riesce a chiudere col destro e l'azione sfuma. Ritmi altissimi anche in questo finale di gara!

84' Cerri serve Sottil di tacco, l'esterno entra in area da sinistra e serve Joao Pedro che calcia alto con sinistro. Buona azione imbastita dal Cagliari.

83' Doppia sostituzione nel Cagliari: fuori Tripaldelli e Marin, dentro Oliva e Likogiannis.

81'     Cartellino giallo per Salcedo, fallo in netto ritardo su Tripaldelli.

80' Favilli alto! Azione pericolosissima del Verona conclusa con un sinsitro potente da Favilli. Pallone alto, rimessa per Cragno.

78' Dawidowicz recupera miracolosamente su Joao Pedro! Il difensore polacco compie un intervento decisivo su Joao Pedro che altrimenti avrebbe calciato in porta indisturbato. Ottimo suggerimento di Cerri, entrato bene in partita.

77' Sbavatura di Cragno in uscita! Fortunato il portiere azzurro in questo frangente, il suo errore poteva costare caro al Cagliari ma Colley lo ha graziato. 

76' Cambio nel Cagliari: fuori Pavoletti e dentro Cerri.

75' Tiro di Sottil smorzato da Lovato e bloccato da Silvestri. Cagliari ancora avanti.

73' Sinistro velenoso di Dimarco, Cragno blocca a terra in due tempi.

71' Continua a piovere incessantemente sul Bentegodi, il tempo non accenna a dare tregua ai calciatori.

68' Doppio cambio nel Verona: fuori Di Carmine e Zaccagni, dentro Colley e Favilli.

66' Miracolo di Silvestri su Pavoletti! Colpo di testa dell'attaccante su cross di Faragò e grande parata di Silvestri che devia d'istinto il pallone sulla traversa! Solo Cagliari in campo al momento!

64' Contropiede velocissimo del Cagliari concluso malamente da Pavoletti, nessun pericolo per Silvestri.

62' E' cambiato il copione della gara: ora è il Cagliari a credere nella vittoria, il Verona non riesce più ad uscire dalla propria metà campo.

59' Cagliari vicino al vantaggio con Pavoletti! Zappa scappa sulla destra e serve Pavoletti a rimorchio, il destro della punta è troppo largo e sfila sul fondo con Silvestri immobile a guardare. Brivido per il Verona!

57' Duello in area tra Walukiewicz e Zaccagni vinto dal difensore polacco. Corner per i padroni di casa.

54' Doppio cambio nel Verona: fuori Lazovic e Tameze, dentro Lovato e Salcedo.

51' Tiro cross di Walukiewicz impreciso, pallone sul fondo. Rimessa per Silvestri.

48' Pareggio del Cagliari con Razvan Marin! Imbucata centrale di Pavoletti per il centrocampista romeno che entra in area e batte Silvestri col sinistro! 1-1 al Bentegodi, il Cagliari impatta il pari!

48' Zaccagni finisce a terra in seguito ad un contatto in piena area di rigore rossoblù. Manganiello lascia correre, check del VAR in corso.

46' Inizia la ripresa del match, pallone in possesso del Cagliari.

45' Termina senza recupero il primo tempo: 1-0 del Verona sul Cagliari grazie alla rete firmata da Zaccagni al 21'. Ora l'intervallo e poi la ripresa del match.

44' Ultimi giri di orologio della prima frazione, Verona in vantaggio sul Cagliari grazie al gol di Zaccagni.

41' Colpo di testa di Dawidowicz troppo largo, rimessa dal fondo per Cragno.

40' Fallo ingenuo di Faragò su Zaccagni, calcio di punizione invitante per il Verona sull'out di destra del Cagliari.

37' Joao Pedro prova ad accendere la luce con una delle sue giocate ma il pallone per Pavoletti è troppo lungo e si perde sul fondo.

34' Altra conclusione di Marin che attraversa l'area di rigore quasi trasformandosi in un assist per Pavoletti che però non arriva sul pallone. Rimessa dal fondo per il Verona.

32' Fuorigioco di Lazovic su splendido suggerimento di Veloso. Calcio di punizione per il Cagliari.

30' Conclusione dalla distanza di Marin, tiro debole e centrale, blocca Silvestri.

28' Palleggio prolungato del Verona, Barak allarga per Lazovic che rientra e tira, la difesa si chiude e respinge.

25' Acrobazia di Pavoletti in piena area di rigore, conclusione murata da Faraoni con la spalla! Risponde il Cagliari dopo il gol subito!

22'     Giallo per Ceccherini, fallo in ritardo su Joao Pedro.

21' Vantaggio del Verona con Mattia Zaccagni! Azione spettacolare del Verona costruita sulla fascia destra: Faraoni viene servito in profondità, l'esterno entra in area e serve un pallone solo da spingere dentro a Mattia Zaccagni, fresco di convocazione in Nazionale! Si è rotto l'equilibrio al Bentegodi, Verona avanti sul Cagliari!

18' Ancora nessuna occasione da gol costruita dal Cagliari, tante potenziali azioni pericolose ma nessuna ha prodotto finora un pericolo per Silvestri.

15' Ritmi alti in questo primo quarto d'ora di gara: il Verona conduce il possesso del pallone mentre il Cagliari tenta di ripartire velocemente e colpire in contropiede.

12' Cagliari in apnea a difesa della propria porta, il Verona sta assediando l'area rossoblù da alcuni minuti. 

9' Fuorigioco dell'attaccante gialloblù, gol annullato. Si rimane sullo 0-0.

8' Verona in vantaggio con Di Carmine! Succede di tutto in area rossoblù: sugli sviluppi di un calcio d'angolo, il Verona colpisce due legni di fila e poi mette dentro il pallone con Di Carmine a due passi dalla porta! 

6' Gioco fermo, Sottil a terra in seguito ad un pestone alla caviglia. Il Verona butta la palla fuori per permettere l'entrata in campo dei medici.

3' Pressione molto alta del Cagliari che recupera palla con Zappa sulla trequarti difensiva avversaria e guadagna una punizione invitante.

1' Partiti! Primo pallone giocato dai padroni di casa.

Squadre in campo, Verona-Cagliari sta per cominciare!

Buon pranzo ai lettori da parte di Antonello Cossu e benvenuti alla cronaca testuale di Verona-Cagliari, match valido per la 10^ giornata del campionato di Serie A. Le due formazioni hanno raggiunto il Bentegodi e tra qualche minuto scenderanno in campo per effettuare il consueto riscaldamento pre partita. Calcio d'inizio fissato alle 12:30.


VERONA-CAGLIARI: LE FORMAZIONI UFFICIALI

HELLAS VERONA (3-4-2-1): Silvestri; Dawidowicz, Dimarco, Ceccherini; Faraoni, Tameze, Veloso, Lazovic; Barak, Zaccagni; Di Carmine.
Allenatore: Ivan Juric.

CAGLIARI (4-2-3-1): Cragno; Faragò, Waluwiewicz, Carboni, Tripaldelli; Marin, Rog; Zappa, Joao Pedro, Sottil; Pavoletti.
Allenatore: Eusebio Di Francesco.

VERONA-CAGLIARI: PREVIEW

Un Cagliari pieno di assenze si prepara ad affrontare il Verona diJuric al Bentegodi, per il lunch match della 10^ giornata di campionato. I rossoblu hanno già sfidato gli scaligeri meno di due settimane fa in Coppa Italia, con i sardi che hanno avuto la meglio. Ma stavolta sarà diverso, l'Hellas partirà con tutti i titolari mentre gli isolani dovranno fare di necessità virtù visto il numero di indisponibili.

Di Francesco per alcuni reparti ha le mani legate. Mancano Nandez, Simeone, Godin e Ounas per Covid, Klavan per un affaticamento e ora anche Pisacane, fermato da una gastrointerite. Come se non bastasse, Joao Pedro non sarà al meglio, dal momento che nella rifinitura prima della partenza per Verona ha riportato un piccolo problema al ginocchio: il brasiliano è stato comunque convocato, per cui non dovrebbero esserci variazioni improvvise di modulo, di conseguenza la probabile formazione conterà sulla presenza del 10 dal primo minuto.

VERONA-CAGLIARI: IL METEO

Cieli coperti e probabili piogge per gran parte della giornata. Le precipitazioni, che varieranno di intensità passando da modeste a consistenti fin dalle prime ore della mattina, son previste fino a sera inoltrata. Le temperature saranno comprese tra i 6 e i 7 gradi, con un indice di umidità relativa pari al 97%.

I venti, da deboli a moderati e provenienti da Sud-Ovest.

Visibilità prevista: foschia.

VERONA-CAGLIARI: STATISTICHE OPTA (Eurosport)

Il Verona ha vinto sette delle ultime 10 sfide di Serie A contro il Cagliari (1N, 2P) – nelle precedenti 20 gare contro questa avversaria, i gialloblù avevano ottenuto solo cinque successi.

Il Verona ha vinto tutte le ultime cinque gare casalinghe in Serie A contro il Cagliari e per la prima volta può ottenere sei successi interni consecutivi contro una singola avversaria nella competizione.

Il Verona ha tenuto la porta inviolata in quattro delle nove gare di questo campionato, non fa meglio nelle prime 10 giornate di Serie A dal 1984/85 (sei).

Solo il Milan (11) ha ottenuto più punti del Verona (10) in casa in questa Serie A. Tuttavia, in due delle ultime tre partite interne di campionato i gialloblù non sono andati a segno (contro Sassuolo e Genoa).

Nessuna squadra ha perso più trasferte di Serie A del Cagliari da inizio luglio: sei (come Parma e Bologna) su 10 (completano un successo e tre pareggi).

Il Cagliari è la squadra che ha ottenuto più punti da situazione di svantaggio in rapporto al totale in classifica: sette su 11, il 64% - dall’altra parte, il Verona è una delle tre formazioni di non aver ancora ottenuti punti in rimonta.

Verona (cinque) e Cagliari (quattro) sono le due squadre che hanno schierato più giocatori nati dal 1/1/2000 in questo campionato.

Marco Silvestri del Verona e Alessio Cragno del Cagliari sono rispettivamente il primo e il terzo portiere con la più alta percentuale di parate nelle ultime due stagioni di Serie A, tra i giocatori con almeno 20 presenze - rispettivamente 75% e 73%, tra di loro solo Wojciech Szczesny (74%).

L'esordio di Marco Davide Faraoni in Serie A è stato proprio contro il Cagliari, nel novembre 2011 con la maglia dell'Inter; contro i sardi ha segnato il suo primo con la maglia del Verona in Serie A, nel settembre 2019.

Nessun giocatore ha segnato più gol dell’attaccante del Cagliari João Pedro in questa Serie A con la propria squadra sotto nel punteggio (tre reti, come Romelu Lukaku).

VERONA-CAGLIARI: LA VIGILIA DEI DUE ALLENATORI

Ivan Juric, tecnico del Verona: "Emergenza? Un po' di rientri li abbiamo, anche se non è facile essere subito in forma per chi rientra. Noi come squadra dobbiamo essere bravi a restare così fanatici nel lavoro, e al contempo migliorare i dettagli, il gioco. Non perdendo quelle cose, che sono la base dei risultati". Così il tecnico del Verona Ivan Juric in conferenza stampa in vista della gara contro il Cagliari in programma domenica alle 12:30 al Bentegodi.

"Dobbiamo cercare il modo giusto di attaccarli è la base del calcio. Con l'Atalanta la prepari con l'obiettivo di non perdere palla e sai che li puoi sorprendere nei momenti giusti, ad esempio".

"Sulla partita di Coppa c'è rammarico, ma sono gli episodi che determinano. La concentrazione là è mancata, e questo mi dispiace, perché era un obiettivo raggiungibile. Di Francesco lavora su concetti che conosce bene, vengono da una partita in cui meritavano di vincere, soprattutto nel secondo tempo. Da anni si rafforzano di continuo, con l'idea di finire nella parte sinistra della classifica".

Eusebio Di Francesco, tecnico del Cagliari: "Le squadre che hanno subito più tiri in campionato sono Verona e Cagliari, la differenza è che loro hanno preso molto meno gol rispetto a noi. Sono agguerriti, combattivi come il loro allenatore, e sono molto bravi nell'uno contro uno. Subiscono tanti tiri come dicono i numeri, ma sono più bravi in alcuni episodi. La differenza sta in piccoli particolari. Il Verona sta facendo bene. Mancherà Pisacane per gastrointerite e c'è stato un piccolo problema nella rifinitura per Joao Pedro, le sue condizioni sono da valutare. Se dovesse superare i controlli verrà convocato altrimenti no.

Mancheranno diversi giocatori importanti sia per qualità che per carattere. Recuperiamo Ceppitelli che sarà tra i convocati, sono contento di ritrovarlo perché ci può dare una mano, specialmente a gara in corso. Abbiamo 20 21 convocati, tra i giovani sarà convocato Contini. Chi scende in campo dovrà essere doppiamente motivato, per l'opportunità che viene data.

Lykogiannis e Ceppitelli titolari? Ceppitelli quasi impossibile, ha avuto vari infortuni ed è rientrato da poco. Lyko ha fatto gli ultimi due allenamenti, lo valuterò. Ma i terzini non ci mancano, abbiamo più carenze sulla trequarti al posto di Joao Pedro magari.​

Gli attaccanti devono difendere e aggredire alti, l'equilibrio te lo può dare un giocatore con caratteristiche diverse. Contro lo Spezia la squadra del primo tempo era diversa nel secondo tempo? Non voglio snaturare nulla, esistono gli avversari, è difficile divertire per 90', io dico alcune cose per dare una certa mentalità. Ci vuole tempo e pazienza. Il problema non sono i giovani. La differenza tra il giovane e il vecchio è l'esperienza. Bisogna tutelare i giovani, bisogna cercare di capire che possono sbagliare di più. Sono convinto che in generale c'è chi subisce più il pubblico e chi meno, a me manca tantissimo. Fa parte del nostro mondo, mi piace perché sono abituato a questo tipo di pressioni.

Lykogiannis potrebbe essere un'alternativa da usare, calcolando che non ha mai giocato. Potrei propendere più per una coppia giovane però, non è un problema per me, non guardo la carta d'identità, anche contro lo Spezia avevamo dei giovani in difesa. Fa tutto parte della crescita e del percorso. Lyko mi è piaciuto in questi allenamenti, valuterò se metterlo dall'inizio calcolando che viene da un infortunio e calcolando che affrontiamo una squadra fisica. Gestione episodi? Dobbiamo migliorare, in alcuni momenti bisogna addormentare la gara. Speriamo di imparare dai nostri errori, del resto chi non fa non sbaglia. Alternativa Joao Pedro? Non lo so, ci penserò di notte. Joao è uscito dall'allenamento mezz'ora fa per un problema al ginocchio. Mancano Ounas e Simeone, non sarà facile trovare una soluzione.​

Cambio modulo? Ci penserò. Tornare al 4-3-3? C i ho pensato, va valutata come idea. Nell'ultima partita in Coppa Italia si sono viste due identità, noi la palla e loro l'uomo, vorremmo sfruttare quello che abbiamo fatto in Coppa, magari come nel primo tempo, mentre nella ripresa abbiamo un po' sofferto. Nel finale invece siamo stati bravi. La verticalità è l'arma migliore contro loro.​

I giovani mi stupiscono tutti. I ragazzi sono eccezionali e disponibili. Dal primo giorno che sono arrivato ho avuto risposte importanti, sono contento di tutti, anche di quelli che hanno giocato meno, come Contini che verrà con noi. Rog esterno? Non lo farò più, non mi è piaciuto.​

Faragò e Zappa, chi alto e chi basso? Si possono alternare. Zappa fa questo ruolo da poco, deve migliorare in difesa ed è molto bravo quando attacca, ha anche il senso del gol. Deciderò, ma Faragò è un po' più esperto per giocare alto.

4-3-3? Sto pensando al 4-3-3 vista l'emergenza, ci può stare anche se ho lavorato su altri meccanismi. Sto puntando molto sulla tattica, bisogna migliorare tanto. Il cambiare molto non mi fa impazzire, ma la tengo comunque in considerazione. È difficile lavorare in queste condizioni, ma bisogna guardare il lato positivo, dobbiamo essere ancora più bravi ed essere più attenti alle norme da seguire.

Pavoletti e Cerri? È molto importante che ci siano entrambi, sta a significare la grande disponibilità e la voglia di allenarsi. Mi è piaciuto Cerri come è entrato contro lo Spezia, poi Leo ha ritrovato il gol. L'aspetto mentale fa la differenza. Mi auguro di recuperare Simeone il più possibile così posso avere ancora più alternative".

VERONA-CAGLIARI: I PRECEDENTI DELLA SFIDA

10^ giornata della Serie A 2020/21, con il Cagliari che farà visita al Verona. Sono 27 i precedenti tra le due squadre tra A e B: 17 vittorie degli scaligeri, 7 pareggi e appena 3 successi rossoblù. Bilancio nettamente favorevole ai padroni di casa anche nel computo delle reti segnate: 44 contro 24.

VERONA-CAGLIARI: LA DESIGNAZIONE ARBITRALE

Verona-Cagliari (Stadio B entegodi, domenica ore 12:30) sarà diretta dal Sig. Manganiello coadiuvato da Di Vuolo e Cipressa.

Quarto uomo Sozza, Var Pasqua, Avar Fiorito.

Condividi su:

Seguici su Facebook