Partecipa a Blog Cagliari Calcio 1920

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Si accendono le luci sulla giostra di Zemanlandia: valanga Cagliari a San Siro. Contro l’Inter è vittoria per 4-1

Prima vittoria stagionale per i rossoblù

La Redazione
Condividi su:

STADIO SAN SIRO – Dal nostro inviato, Marco Zucca

Il Cagliari è pronto a scendere in campo a San Siro contro l’Inter per quella che sulla carta appare come una gara impossibile. Splende il sole in quel di Milano. Il cielo limpido è intervallato solamente da sporadiche nuvole. Temperatura oltre i venti gradi, ideale per una partita di calcio. Cagliari e Inter stanno completando il riscaldamento: tutti impegnati i rossoblù. Tra pochi minuti le squadre faranno ritorno negli spogliatoi.

Ecco le formazioni ufficiali:

Inter (3-5-2): Handanovic; Andreolli, Vidic, Juan Jesus; Nagatomo, Hernanes, Medel, Kovacic, Dodò; Palacio, Osvaldo

Cagliari (4-3-3): Cragno; Balzano, Ceppitelli, Rossettini, Avelar; Dessena, Crisetig, Ekdal; Ibarbo, Sau, Cossu

Le due formazioni sono al centro del campo, tutto è pronto per l'inizio della gara. Zeman torna a San Siro dove fece il suo esordio in serie A con il Foggia, all'epoca finì 1-1.

Cagliari in maglia bianca, Inter in nerazzurro.

Via, partiti! I padroni di casa, come logico impostano e fanno la partita. Sono passati appena tre minuti di gioco, e la squadra di Zeman prova a farsi notare. Ibarbo prova a saltare tre avversari e non ci riesce. Fino ad ora sostanziale equilibrio.

6', Cagliari pericoloso, mischia in area interista, i padroni di casa si salvano. Ottimo l'impatto sulla gara da parte di Balzano. Si riprende la scena l'inter che torna in avanti, il Cagliari è in palla e al 9' va in gol con Marco Sau. Rossoblù in vantaggio, 1-0. Clamoroso errore della difesa nerazzurra e il Cagliari bravo a punire con Marco Sau, che freddissimo, solo davanti al portiere interista, realizza. 11', l'Inter non ci sta, Cragno è bravissimo e mura il possibile pareggio.

Gara vivace, il Cagliari è decisamente galvanizzato e prova ancora a fare male, l'Inter logicamente non ci sta, sfrutta gli spazi che il Cagliari lascia e cerca la via del gol. Partita apertissima a San Siro.

17', pareggio dell'Inter su una incredibile distrazione difensiva del Cagliari che si fa sorprendere su calcio di punizione battuto in velocità senza alcuna copertura difensiva. Osvaldo pareggia, 1-1. I padroni di casa restano in attacco alla ricerca del secondo gol. Il Cagliari si difende e prova comunque a ripartire in verticale.

21 minuto amici sportivi rossoblù, a San Siro il risultato resta 1-1.

I ritmi rallentano, il Cagliari sembra dare l'idea di poter riuscire a controllare la manovra interista e di essere allo stesso tempo in grado di manovrare e andare in avanti.

Ibarbo tende a tenere troppo la palla, rallenta la manovra che Zeman chiede sia invece rapida.

26', espulso Nagatomo per un fallo ai danni di Cossu. Inter in dieci uomini.

29', mischia in area dell'Inter, respinge come può Handanovic, raccoglie Ekdal ed è gol. Cagliari in vantaggio, 2-1.

32', Palacio viene fermato per fuorigioco, in realtà la sua posizione era regolare. Inter comunque in difficoltà e Cagliari che prova a punire giocando la palla velocemente, pochi tocchi e verticalizzazioni.

34', Ibarbo corre, salta due avversari, serve Ekdal che mette dentro la palla del 3-1.

Ibarbo impressionante, padrone della fascia destra sia in fase offensiva che difensiva. L'Inter sbanda.

41', rigore per il Cagliari per fallo su Marco Sau. Batte Cossu, Handanovic para.

Passa un minuto ed è gol, ancora gol, 4-1, tripletta per Ekdal. 

Sono tre i minuti di recupero, Inter in avanti a testa bassa. Finisce qui il primo tempo, 4-1 per il Cagliari, capace di sbagliare anche un calcio di rigore.

Inizia la ripresa, il Cagliari continua a giocare a viso aperto. L'Inter protesta per un sospetto fallo di mano e invoca il rigore, per il direttore di gara è tutto ok.

Intensifica la pressione la squadra di Mazzarri, i rossoblù restano attenti, concentrati e pronti a ripartire in velocità.

Nono minuto, contropiede da manuale e l'Inter salva sulla linea il pallone del 5-1. Grande Cagliari!

11', Cragno dice di no a Palacio.

15', l'Inter ci prova, il Cagliari controlla.

18', doppio calcio d'angolo per i padroni di casa, nessun pericolo per il Cagliari.

20', Dessena calcia ed impegna in tuffo il portiere dell'Inter.

Esce Ibarbo, entra Farias, ottima la prestazione del colombiano. Mazzarri manda in campo Icardi che prende il posto di Palacio.

24', Farias a d un passo dal quinto gol, il suo tiro esce di un nulla. Zeman chiama Longo che sta per entrare il campo al posto di Sau.

Cagliari spettacolare, Inter impotente.

29', Balzano per Longo che gira di prima intenzione e sfiora il palo.

35' tensione in campo, con i nerazzurri nervosissimi. Doppio giallo, uno per Guarin, uno per Dessena.

Cagliari, assoluto padrone del gioco, grandissima prestazione dei rossoblù. Una gara, quella odierna, che resterà nella storia rossoblù. Neppure Riva e cmpagni fecero meglgio contro l'inter a San Siro.

Mancano 5 minuti più recupero e poi sarà apoteosi per i ragazzi di Zeman. Prima vittoria anche per il presidente Giulini, proprio nella sua Milano e contro la sua Inter.

I rossoblù controllano, esce Dessena, autore di una grande prova, al suo posto Joao Pedro.

Novantesimo minuto, manca solo il recupero. Saranno 3 i minuti ancora da giocare.

Finisce così, trionfo del Cagliari, 4-1 a Milano contro l'Inter. Grande festa nel settore ospiti, vittoria storica!

Condividi su:

Seguici su Facebook