Partecipa a Blog Cagliari Calcio 1920

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Zemanlandia non veste rossoblù: il Cagliari sprofonda. Al Sant’Elia passa il Toro per 2-1

Nuova sconfitta per i sardi

La Redazione
Condividi su:

Stadio Sant’Elia – Dalla nostra inviata Alexandra Atzori

Tra poco in campo Cagliari e Torino. In Tribuna Stampa arrivano le formazioni ufficiali:

Cagliari (4-3-3) : Cragno, Pisano, Rossettini, Ceppitelli, Avelar, Ekdal, Conti, J. Pedro, Cossu, Sau, Ibarbo.  A disp. Carboni, Murru, Balzano, Benedetti, Capuano, Crisètig, Capello, Dessena, Donsah, C. Rangel, Farias, Longo. All. Zeman

Torino (3-5-1-1): Padelli, Maksimovic, Glik, Moretti, Gazzi, Vives, Sanchez Mino, Darmian, El Kaddouri, Quagliarella.  A disp. Gillet, Castellazzi, Molinaro, Bovo, Perez, Jansson, G. Silva, Benassi, Amauri, Martinez, Larrondo.  All. Ventura.

Fischio d'inizio fissato per le ore 20:45. 

Partiti! Il Cagliari appare concentrato e determinato. Subito in attacco cerca di mettere in difficoltà il Toro. Ventura detta ai suoi ritmi lenti e massima attenzione, i granata attendono per poi cercare di ripartire in contropiede.

6', Joao Pedro perde un pallone pericoloso, il Torino non riesce a creare però nulla di pericoloso.

7', gli ospiti prendono coraggio, mischia nell'area del Cagliari che si salva spazzando via. Palla che ora resta tra i piedi dei granata che pian piano prendono metri e mettono in difficoltà i sardi. Il gioco del Cagliari non decolla anche perché Conti viene puntalmente chiuso, i granata lo marcano a uomo.

10', Gol di Cossu. Gol del Cagliari, 1-0. Padelli sbaglia tutto, Cossu raccoglie e mette in rete andando ad esultare tra i tifosi rossoblù. 

I padroni di casa insistono, l'entusiasmo aiuta i ragazzi di Zeman che provano a rendersi nuovamente pericolosi sfruttando il momento di difficoltà del Toro.

Ottimo il pressing del Cagliari, Ibarbo appare decisamente brillante sulla fascia destra.

20', corner per gli ospiti e palla in gol. 1-1. Glik di testa prende il tempo e insacca imparabilmente per Cragno che non può nulla.

21', Sau a terra, il Cagliari chiede il calcio di rigore, per l'arbitro è tutto regolare.

23', Ceppitelli salva in area sul contropiede granata. Partita molto viva. Passano 30 secondi e Quagliarella si rende pericoloso con un tiro in diagonale.

Il Torino cerca di controllare il gioco, rallenta i ritmi e cerca spazi. 

27', calcio di punizione per il Toro: schema granata, palla in verticale per Quagliarella che indisturbato insacca il gol del vantaggio ospite. Cagliari 1, Torino 2.

Cagliari in difficoltà, Pisano salva da ultimo uomo, decisivo!

32', fallo su Ibarbo e calcio di puizione per il Cagliari. Sulla palla Cossu che tocca per Avelar, botta violenta, palla deviata da un compagno che però termina fuori.

35', nuovo calcio di punizione per il Toro, questa volta senza esito. Prova a riorganizzarsi il Cagliari ma la manovra è imprecisa anche se al 36', Joao Pedro impegna seriamente Padelli che respinge.

Fase di stanca; i rossoblù non riescono a pungere, il Toro ha vita facile e prova a punire con rapide ripartenze.

Zeman impassibile in panchina. 42', Cragno compie un vero e proprio miracolo e salva il Cagliari dal terzo gol.

44' ci prova il Cagliari; Cossu su calcio di punizione mette in mezzo, Rossettini non preoccupa più di tanto Padelli che blocca.

Finisce qui il primo tempo: Toro in vantaggio sul Cagliari per 2-1.

Parte il primo tempo, non ci sono cambi. Torino sempre attendo in fase difensiva, il Cagliari non trova spazi nonostante provi a fare la partita.

Zeman e preoccupato, cerca di farsi sentire, chiede movimenti che la squadra non riesce comunque a compiere. I rossoblù sono lenti nella manovra, i granata sono ben disposti dietro, la gara resta bloccata con gli ospiti che non corrono rischi e controllano la gara.

9', Ibarbo inventa per Cossu che arriva tardi sulla palla. Intanto Crisetig è pronto per entrare in campo quando Perz va a pochi centimetri dal terzo gol. Uscirà Joao Pedro.

13', traversa di El Kaddouri. 

14', insiste il Toro, il Cagliari è alle corde. Al 17', ci prova comunque Conti, il suo colpo di testa è debole e centrale. Intanto, come sempre, fuori Pisano e dentro Balzano.

Ritmi lenti, ora Zeman dà indicazioni stando in piedi, è visibilmente teso e scontento.

23', corner per il Cagliari, palla dentro, ci prova Conti in rovesciata che non colpisce la palla. Ora insiste il Cagliari; un rimpallo favorisce Sau che viene però anticipato in uscita dall'attento Padelli.

Nuovamente pericoloso il Toro che intanto manda in campo Amauri per un esausto Quagliarella.

29', lampo di Ekdal che calcia ma non trova la porta.

Mancano 15 minuti più recupero, il Cagliari prova a buttarsi in avanti, più con il cuore che con la giusta lucidità mentale. Recrimina per un presunto rigore, di fatto quando siamo ormai al 34', non crea pericoli al Torino.

Tutto cuore la squadra sarda che continua a provare a rendersi pericolosa ma sbatte contro il muro granata.

Ultimi minuti di gioco, Cagliari a testa bassa, tiro di Cossu, Padelli respinge con i pugni.

Sono 4 i minuti di recupero. Finisce così: il Torino passa a Cagliari per 2-1.

Condividi su:

Seguici su Facebook