Partecipa a Blog Cagliari Calcio 1920

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Maran: "Empoli squadra gasata, noi pronti a far la partita"

"Non vediamo l'ora di cominciare: intorno a me energia ed entusiasmo"

Condividi su:

Ci siamo, la prima di campionato per la stagione 2018/2019 è dietro l'angolo. Domani sera toccherà al Cagliari, al "Castellani" in quel di Empoli l'esordio dei rossoblù contro la compagine toscana.

Alle 12:15 di stamani, mister Maran incontrerà la stampa al termine dell'allenamento. Seguiremo il tutto in diretta grazie al contributo della nostra inviata Alexandra Atzori.

Amici sportivi buongiorno da Asseminello: cancelli ancora chiusi, ma tra poco entreremo in sala stampa. Restate con noi per le parole in tempo reale della conferenza stampa di Mister Maran.

Siamo dentro, tra poco arriva il mister e si comincia.

Ecco il mister, ecco le sue dichiarazioni

Domani troviamo una squadra gasata e le neopromosse nella parte iniziale hanno energie in piú. Noi però dobbiamo essere concentrati e dobbiamo pensare a noi. Sono curioso di vedere come andrà, con attnzione e spirito di sacrificio possiamo fare una buona gara. Non vediamo l'ora di iniziare.

Mercato? Si ê fatto il possibile per alzare il livello di competitività della squadra, la società ha lavorato bene, sono rimasti ragazzi importanti e ora dobbiamo tirare fuori il massimo da noi stessi, da tutti. Adesso dobbiamo diventare squadra, far recuperare chi é indietro e aspettare chi è sotto squalifica. Ma ho una base importante.

Klavan? È un giocatore importante con una grande esperienza. Ancora non l'ho conosciuto ma mi dicono che abbia grande motivazione, serietà e voglia di mettersi a disposizione. Ci sono tutti i buoni presupposti.

Rinvio della giornata? Qualunque cosa avessero deciso avrebbe creato polemiche. Quello che è successo a Genova ê qualcosa di talmente grande che possiamo semplicemente nel nostro piccolo stare vicino a tutti coloro che soffrono. Qualsiasi decisione non avrebbe reso loro abbastanza onore.

Penso che i ragazzi che sono rimasti rappresentino il giusto mix di gioventù ed esperienza. La scelta di far andare via persone come Han e Colombatto ê stata più per il loro bene che per il nostro. Solo andando via possono crescere ed esserci utili l'anno prossimo.

Barella trequartista? Può farlo, e secondo me può fare bene sia la fase di regia che quella di trequartista. Lavoriamo su tutto.

Dobbiamo lavorare tanto sia sulla fase di pressione che su quella di attesa, l'ho detto anche domenica. Giocare le gare ê il modo migliore per migliorare. La nostra collocazione? Il filo tra il successo e l'insuccessso é veramente labile. Le alchimie sono quelle su cui bisogna lavorare. Sicuramente il livello di tutte le squadre ê aumentato. Soltanto crescendo e migliorando come squadra e come gruppo potremmo essere soddisfatti di quello che avremo fatto.

Deiola? Abbiamo fatto una considerazione su quanti giocatori avevamo in quel ruolo. Bradaric? Sta lavorabdo con carichi diversi e non ha la condizione degli altri.

Per domani ho ancora qualche dubbio, dovrò fare le mie considerazioni. Io punto sempre al massimo e la mentalitâ deve sempre essere quella di andare in campo a fare la partita, poi se il campo dirà cose diverse ne prenderemo atto.

Come vivo la vigilia? Non vedo l'ora che l'arbitro fischi. Ci sono la voglia e l'entusiasmo giusti. Intorno a me vedo energia ed entusiasmo. Quando vedi che i tuoi si approcciano nella maniera ottimale non puoi che essere tranquillo. Farias e sau?  Il primo ê migliore nell'uno contro uno, l'altro nel cucire il gioco. Sono simili. Klavan? Mi dicono sia pronto, ma ancora non lo conosco.

Il mio compito é quello di scegliere, ogni domenica ne devo scegliere undici più tre. Comunque dobbiamo sempre essere consapevoli del fatto che le partite si vincono e perdono solo a seconda di come abbiamo lavorato in settimana.

Empoli? L'ultima gara conta poco, noi abbiamo visto le partite fatte in amichevole e gioca bene, ha molti palleggiatori e ha vinto la B, perdendo poche gare. Quando sei abituato a una mentalità vincente ê normale continuare ad averla. Ma pensiamo a noi. Srna e joao rimangono qui a lavorare, gli altri sono tutti a disposizione.

 

Condividi su:

Seguici su Facebook