Partecipa a Blog Cagliari Calcio 1920

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Verso Sampdoria-Cagliari, Lopez: "Con entusiasmo, possiamo fargli male!"

"La classifica non mente, lotteremo per la salvezza fino all'ultima giornata"

Condividi su:

Il Cagliari vola a Genova. A quattro gare dal termine del campionato, i rossoblù di Lopez giocheranno contro la Samp. Obiettivo cecare ed ottenere punti salvezza.

Subito dopo la rifinitura, Diego Lopez incontrerà i media alle 12:30 presso la sala stampa del centro sportivo di Asseminello.

Seguiremo il tutto in diretta. Per noi, l'inviata Alexandra Atzori.

Amici sportivi buongiorno da Alexandra Atzori. Tra poco la conferenza stampa di Diego Lopez.

Pochi i dubbi di formazione: Romagna out dovrebbe lasciare il posto a Pisacane, in mediana è sfida Padoin-Lykogiannis mentre in attacco è possibile la conferma del duo Pavoletti-Sau.

Ecco il mister, ecco le sue dichiarazioni:

"La gara di domani è importante, così come le prossime ma quella di domani è la più importante perchè è la più vicina. Bisogna andare lì con entusiasmo e cercare la porta, come avevo detto contro la Lazio. Romagna non c'è, così come Ceter e Dessena. Sono rientrati Farias e Cossu, gli altri stanno tutti bene.

Giampaolo cura molto la fase difensiva, ma in generale la parte tattica. Cura molto e pretende tanto dalla sua squadra, con lui mi sono trovato benissimo. Abbiamo visto con la squadra in settimana quali sono le loro forze e dove possiamo fargli male. All'andata avevamo fatto girare bene la palla e loro avevano fatto molto bene, arrivando in attacco anche direttamente con il loro portiere. Loro sono bravi, ma è una gara in cui possiamo dire la nostra.

Nel momento in cui le motivazioni sono forti le squadra danno qualcosa in più. Contro il Bologna abbiamo fatto quello che dovevamo e abbiamo anche segnato. Abbiamo fatto la partita giusta, abbiamo avuto occasioni da gol e abbiamo concesso poco.Dobbiamo migliorare e cercare di concretizzare di più le occasioni. La classifica dice che abbiamo quattro finali: noi abbiamo fatto gare buone e gare meno buone, anche a noi avrebbe fatto piacere essere salvi da dieci giornate e lottare per altro ma adesso siamo in vantaggio sulle altre. Possiamo essere contenti della nostra situazione ora o pensare a quello che sarebbe potuto essere. Noi siamo questi e la classifica non mente, noi dobbiamo lottare per la salvezza fino alla fine, ci salveremo solo all'ultima giornata.

Dobbiamo guardare poco a quello che fanno gli altri, dobbiamo pensare solo a noi stessi e alla gara di domani. Guardando altrove si rischia solo di sprecare energie, è uno sbaglio guardare alle altre gare.

Inter - Juve? Mi piacerebbe vincesse la Juve, per Allegri. Ma non lo so.

Contro il Bologna ci è mancato solo il risultato, invece con l'Udinese abbiamo fatto meno (secondo me) e abbiamo vinto. Dobbiamo giocare come sappiamo, con entusiasmo e se scendiamo in campo pensando "male" compromettiamo il risultato. Noi giocando in casa abbiamo un vantaggio, Cagliari non è l'unica piazza dove i tifosi contestano, succede dappertutto. Io preferisco sempre giocare in casa.

Han? Ha 19 anni e non possiamo aspettarci che cambi le partite e la stessa cosa vale per Ceter, Romagna, Barella (anche se ha più esperienza. Han è entrato in un momento difficilissimo, era da mettere in conto che non facesse meraviglie. Padoin? Forse è quello che sta meglio di tutti, è quello che forse è abituato a giocare anche a metà settimana. Farias? In questo rush finale è quello che può darci qualcosa in più, poi bisogna vedere la condizione fisica. Tre nomi? Difesa di domenica, centrocampo di domenica e in attacco mi tengo il dubbio. Farias sarebbe in grado di giocare dall'inizio. Non ci sono primavera".

 

Condividi su:

Seguici su Facebook