Partecipa a Blog Cagliari Calcio 1920

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Verso Cagliari-Torino, Lopez: "Fare la partita e non lasciarli giocare"

"In campo Ceppitelli, Padoin e Sau"

Condividi su:

Cagliari in campo domani alle 15:00 alla Sardegna Arena contro il Torino. Obiettivo dei sardi conquistare i tre punti e ipotecare la salvezza. Oggi la conferenza stampa della vigilia di Mister Lopez, che incontrerà i media alle 12:15 ad Asseminello.

Sarà presente la nostra inviata Alexandra Atzori.

Amici sportivi buongiorno da Alexandra Atzori. Tra poco inizia la conferenza di Mister Lopez invista della gara tra Cagliari e Torino. Restate con noi.

Ecco il mister, ecco le sue dichiarazioni:

"Vorrei dedicare un pensiero a Mondonico. Era una persona di spessore e mi piacerebbe ricordarlo. Abbiamo parlato con i ragazzi del Torino,  perché anche all'andata era in difficolta. Ë una squadra che ha qualità e noi dobbiamo fare la nostra partita e non lasciarli giocare,  dobbiamo migliorare.  Il Torino ha qualità e giocatori bravi e ha un allenatore con esperienza e molto bravo.

I ragazzi sono tornati bene dalle nazionali, l'unico un po' stanco era Han. Abbiamo delle partite ravvicinate quindi devo valutare. Lykogiannis non stava bene contro il Benevento e avevamo paura che giocasse con la nazionale,  però ha giocato solo 17/18 minuti ma sta bene.

Tre nomi: Ceppitelli,  Padoin e Sau. Farias ha un problema al polpaccio ma dobbiamo valutare.

Miangue non direi che è una terza scelta,  certo che deve crescere e può  migliorare.  Contro l'Atalanta ha giocato ma in quella gara avevamo fatto tutti degli errori,  però  sta migliorando,  ha un grande maestro (Agostini) vicino.  Ë forte e ha corsa ma lui,  così come Barella,  Romagna,  Han e Ceter possono migliorare tanto.  Rimangono anche ad allenarsi anche quando l'allenamento  è finito, per questo diventeranno bravi.

È sempre importante far bene in casa,  queste che andiamo ad affrontare poi sono gare importanti.  La determinazione  e la voglia stanno determinanti,  a Benevento dopo il pareggio ho detto ai ragazzi di stare attenti perché  sarebbe potuto succedere di tutto e il nostro spirito ci ha permesso di vincerla.  Noi avevamo preparato la gara per giocarcela sulla trequarti ma abbiamo fatto degli errori.  Dobbiamo anche ricordarci che il Benevento aveva battuto anche la Sampdoria e noi possiamo vincere soltanto dimostrando voglia e determinazione.  Per nessuna squadra,  a Benevento,  sarà  facile e,  nonostante  la classifica,  giocano bene.

Ai ragazzi ho ricordato la gara di andata,  in cui erano in difficoltà  e non ne abbiamo approfittato.  Loro hanno un livello superiore e se li facciamo giocare ci puniscono perché è una squadra che ha qualità  e ha attaccanti bravi.  Possono fare il 3-5-2 perché mazzarri sa usare quel modulo.  Domani ci sarà  tanta gente ma loro vengono per noi,  per vedere e sostenere noi e noi dobbiamo fare una buona gara,  servono voglia e determinazione. Il tifoso del Cagliari c'è sempre nel momento del bisogno e se sbagli il tifoso ti fischia,  perciò dobbiamo portarlo dalla nostra parte giocando bene. I tifosi vogliono vederci giocare meglio e questa settimana,  come nelle scorse,  ho visto i ragazzi con grande voglia".

 

Condividi su:

Seguici su Facebook