Partecipa a Blog Cagliari Calcio 1920

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Lopez: "Contro il Milan niente complimenti, voglio i 3 punti"

"Siamo pronti, sarà una gara maschia: giocano Ceppitelli, Ionita e Sau"

Condividi su:

Cagliari in campo domani alle 18:00 alla Sardegna Arena contro il Milan. Dopo la rifinitura di stamani, Diego Lopez incontrerà la stampa per la consueta conferenza della vigilia.

Seguiremo in tempo reale l'evento, grazie alla nostra inviata Alexandra Atzori.

Amici sportivi, buongiorno ed un saluto da Alexandra Atzori. Tra poco inizia la conferenza stamapa di Mister Lopez.

Ecco il mister, si comincia. Ecco le sue dichiarazioni.

Sono molto contento della ripresa perché ho visto tanta intensità  e concentrazione ed é questo che voglio.  Sento che il Milan è meno forte della Juventus ma non è vero.  Noi dobbiamo fare meglio di quella gara perché per fare punti bisogna fare sempre meglio. 

È una partita difficilissima e dobbiamo essere più concentrati della gara di due settimane fa perché abbiamo fatto un errore e siamo stati puniti.  Se ripetiamo  la gara che abbiamo fatto contro la Juventus non basta. 

In queste settimane ho letto tanti complimenti ma adesso bisogna fare punti.  Dobbiamo rendere loro la vita difficile.  Queste ultime gare ci hanno dato la consapevolezza che possiamo fare punti.  La concentrazione  che ho visto è un buon segno,  poi giochiamo in casa e sarà  la nostra arma in più.  Dobbiamo rendere orgogliosi i nostri tifosi.

In questo mese di grandi distrazioni dobbiamo stare concentrati e per questo sono contento di come si stanno comportando i ragazzi in allenamento.  Castan?  Sono contento del suo arrivo,  può  darci tanto e ha tanta voglia.  È un ragazzo che si allena al massimo e ha confermato quello che mi era stato detto prima del suo arrivo.

Secondo me questa settimana di pausa è stata giusta per staccare un po'.  Nel momento in cui ho rivisto i ragazzi ho visto tanta voglia.  Il Milan è una grande squadra,  ha tanti grandi giocatori,  in campo e panchina e se li fai ragionare  la gara diventa difficile.  Senza contare che è una grande squadra con una grande storia e va rispettata,  come la Juventus. Solo perché hanno problemi di classifica non è da sottovalutare.  Questa è una cosa da tenere presente.

La gara che abbiamo fatto contro la Juventus avrei voluto farla anche contro l'atalanta,  contro cui secondo me abbiamo fatto un po' meno.  Contro la juve forse abbiamo avuto più  coraggio di giocare,  invece l'Atalanta  ci ha limitati e infatti  soprattutto  nel secondo tempo siamo stati meno bravi.  Domani sarà  una gara difficile,  dovremo interpretarla come quella della Juventus ma dovremo tenere più  palla,  dobbiamo giocare di più.

Domani bisogna combattere, perché  è questo che ha portato Gattuso. Bisogna andare su ogni contrasto e fare una partita maschia.  A Barella domani un'ammonizione gliela concedo,  purché non la sprechi per le proteste (ride).  Tre nomi?  Ceppitelli,  Ionita e Sau.

Non abbiamo nessun infortunato,  a parte Miangue,  quindi possono giocare tutti titolari.  A me la mia squadra piace molto,  mi piace come affronta le partite e voglio che giochi senza paura.  È questo che dico ai ragazzi dal primo giorno,  quando dovevamo affrontare  la Lazio: infatti abbiamo giocato senza Paura,  anche se abbiamo perso.  Domani andiamo alla ricerca dei tre punti.

Io ho fatto il master con gattuso e lo conosco bene.  Ha dato grinta a questa squadra e la squadra infatti  sta venendo fuori.
 

 

Condividi su:

Seguici su Facebook