Partecipa a Blog Cagliari Calcio 1920

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Verso Cagliari-Juventus, Lopez: "Ce la giochiamo"

"Daremo il 110%"

Condividi su:

Cagliari in campo domani alle 20:45 alla Sardegna Arena contro la Juventus. Alle 12:00 la conferenza stampa di Diego Lopez che seguiremo grazie al contributo della nostra inviata ad Asseminello Alexandra Atzori.

Amici sportivi buongiorno da Alexandra Atzori. Tra poco inizierà la conferenza stampa di Mister Lopez. Stamani la squadra ha svolto una sedura di allenamento.

Ancora pochi minuti e si comincia, intanto attendiamo anche l'elenco dei convocati. Qualcuno potrebbe essere all'ultima convocazione.

Barella in campo contro la Juve? Si spera che il gioiellino sardo possa essere a disposizione. Lopez darà i soliti tre nomi? Vedremo tra poco. Mancano davvero pochi minuti e il mister farà il suo ingresso in sala stampa.

Restate con noi.

Ecco il mister, si comincia. Ecco le sue dichiarazioni.

"Convocati Dessena e Barella,  ieri si sono allenati parzialmente  e oggi hanno fatto tutto l'allenamento.  La partita di Bergamo ci ha lasciato il morale alto per affrontare la gara di domani.  La fase di non possesso l'abbiamo fatta meglio a Roma,  in quella di possesso invece siamo stati bravi.  Se avessimo finito il primo tempo sul 3-0 non avremmo rubato niente, abbiamo fatto 2/3 ripartenze importanti.

Abbiamo fatto le cose che dovevamo fare e non dobbiamo togliere merito ai ragazzi perché hanno lavorato bene e non mi sono piaciute tanto le cose dette sul primo gol,  sul fatto che sia stato "fortunoso".

Abbiamo lavorato tanto per quel gol perché sapevano che l'Atalanta lascia liberi il dischetto e il secondo palo.  Avevamo davanti una grande squadra ed è normale che sarebbe venuta fuori.  Anche domani affrontiamo una grande squadra e possiamo fare risultato solo giocando da squadra,  dando il 110% e facendo bene tutte e due le fasi.  Ce la dobbiamo giocare e dobbiamo fare meglio delle scorse partite.

Sarà una gara in cui non bisogna far ragionare l'avversario e dobbiamo essere pronti ad affrontare  qualsiasi situazione,  in tutte le fasi.  Padoin?  Ha una grande intelligenza  tattica e se ha giocato alla Juventus qualcosa vorrà dire.  Può giocare anche a destra,  è  un giocatore completo ed è difficile dire dove renda meglio.

Da Allegri mi ispiro per la sua serenità. Ho parlato molto con lui e mi sono confrontato tanto. Io parlo e studio con tanti allenatori e credo che Allegri abbia anche avuto il coraggio di affrontare  certe gare in modi che altri non hanno mai fatto.  Ammiro molto anche Gasperini che è molto bravo e lo sta dimostrando.

Sabato scorso ho fatto una scelta in porta sulla base delle condizioni fisiche durante la settimana.  Loro sanno che il portiere titolare è Cragno ma, se non sta bene,  deve giocare Rafael perché è all'altezza e l'abbiamo fatto giocare nonostante  i problemi fisici.  Sono entrambi molto bravi.  Domani probabilmente gioca Rafael,  Cragno ha ancora problemi a calciare.

Domani conterà la determinazione  e non serve caricare la squadra perché queste gare ti danno motivazioni a prescindere e poi avremo il pubblico dalla nostra parte,  così come in trasferta.  Dobbiamo renderli orgogliosi dando il massimo.  Dovremo difendere bene e ripartire per fare gol.

Un punto debole della Juventus?  È una squadra forte e se non l'attacchi non puoi scoprire i suoi punti deboli.

Farias sta dimostrando  di lavorare anche in fase di non possesso,  per noi è importante.  Lui, Sau, Pavoletti e Joao sono molto importanti.  Di Oikomonu e Maxi Olivera non parlo perché non sono giocatori nostri.

Contro il Torino avremmo potuto fare di più,  così come la fiorentina e la Roma. Abbiamo perso altri punti per strada ma è dettato solo dal fatto che abbiamo fatto prestazioni diverse.

Noi abbiamo giocatori giovani da far crescere,  parleremo con la società  è vedremo che fare.  Dovreste parlare con il direttore,  per me è i ragazzi sarà  un mese difficile in cui dovremo pensare solo al campo,  dobbiamo ricordarci che durante il mercato dobbiamo anche fare punti. La sosta della settimana prossima servirà  per staccare un po' ma non troppo,  perché  poi abbiamo gare importanti.

Secondo me le prime squadre del campionato stanno facendo un grande campionato e stanno andando più forte delle altre.  Per quanto riguarda noi, dobbiamo pensare a fare punti anche contro queste squadre: è difficile ma non impossibile".

Condividi su:

Seguici su Facebook