Partecipa a Blog Cagliari Calcio 1920

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Pari infernale

L'analisi del match contro il Parma

Condividi su:

Il Cagliari non sa più vincere. Ennesimo pari di fila, stavolta contro il Parma, che ha fatto la sua partita, mentre i rossoblu hanno concesso un tempo all'avversario, per poi recuperare nella ripresa su invito dello stesso Parma. 

L'1-1 non è un risultato positivo, e non per il risultato di ieri, ma per quelli precedenti. Da troppo tempo si aspetta una svolta che però non arriva, e siamo a dicembre. La classifica è deludente, c'è veramente tanta distanza tra il Cagliari e la prima, 12 punti sono tantissimi, per cui già adesso si potrebbe dire addio al sogno di rientrare tra le prime due, cosa non scontata neanche a inizio campionato e che ora sembra un miraggio. 

La Serie B è imprevedibile, ma dopo quindici giornate è difficile vedere un cambiamento radicale. Il Cagliari ha perso troppi punti contro avversari ampiamente alla portata, non ha mai saputo trovare quella mentalità necessaria per affrontare la B. Il blasone e la storia non entrano in campo, e questo campionato lo sta dimostrando. 

Fa riflettere il fatto che, dopo quasi metà stagione, la formazione non sia mai la stessa, ma cambi in continuazione. Liverani qui ha delle colpe, perché è giusto provare ma al momento non ha saputo trovare l'assetto giusto pur avendo una rosa ampia a disposizione. 

I rossoblu sono una squadra con tanti giocatori creativi (Viola, Mancosu, Falco, Pereiro, Luvumbo) ma fanno una tremenda fatica a inventare qualcosa. Manca proprio la scintilla, quella fiammella che faccia accendere tutto il resto. 

Non è un Cagliari vivo, si può dire questo dopo quindici giornate. Un pari ormai è come una sconfitta, la vittoria manca da ottobre. Uscire da questo circolo vizioso sarà difficile.
 

Condividi su:

Seguici su Facebook