Partecipa a Blog Cagliari Calcio 1920

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Mazzarri: "Buona reazione, l'occasione di Dalbert poteva cambiare la gara"

"Risposta alla crisi? I giocatori devono darla sul campo"

La Redazione
Condividi su:

Juventus-Cagliari è terminata con il risultato di 2-0 e Walter Mazzarri è appena arrivato ai microfoni di DAZN per commentare la prestazione contro i bianconeri.

Ecco le sue parole:

"Oggi ho visto quantomeno quello che avevo visto prima dei due 4-0. Le ultime due gare ci hanno fatto molto male, oggi invece ho visto una squadra che ha reagito bene. Abbiamo reagito, nel secondo tempo potevamo pareggiare con Dalbert e Joao. Avevamo anche assenze importanti, i ragazzi hanno giocato. Abbiamo commesso qualche ingenuità ma siamo giovani e ci sta, non abbiamo nemmeno fortuna. L’occasione di Dalbert poteva cambiare la gara e magari avremmo potuto pensare di vincere. Faccio gli auguri di Natale a tutti i tifosi, dispiace essere in questa situazione.

Risposta alla crisi? La risposta i giocatori la devono dare sul campo. Noi come staff facciamo il massimo per guidare i giocatori, loro devono fare altrettanto. Dopo le partite si analizzano gli errori e ci si prende le responsabilità. Dopo l’ultima partita andavano fatte delle scelte, a volte vanno prese alcune decisioni.

I giocatori che trasmettono i valori? I giocatori esperti servono ma io sono un allenatore molto presente. I giocatori devono essere coinvolti ed avere le caratteristiche adatte al tecnico. Io penso che quando si prepara bene la partita non serve un giocatore che trascina gli altri. Vorrei arrivare a questo. Poi Joao è un leader naturale ma anche perché ha sposato la causa dell’allenatore. Il giocatore deve portare in campo quello che prepara durante la settimana. Io ho in mente un calcio aggressivo dove si corre e pressa tanto, per farlo servono le caratteristiche giuste. I giocatori che saranno con me devono sposare queste idee. Infine credo che la società farà qualcosa sul mercato, io le indicazioni le ho date".

Condividi su:

Seguici su Facebook