Le pagelle rossoblù dell'ultima campionato

I nostri giudizi sul Cagliari che perde 0-1 in casa contro il Genoa

pubblicato il 22/05/2021 in Il Borsino Rossoblù da Michelangelo Corrias
Condividi su:
Michelangelo Corrias
2020

Cragno: 6,5. Esce su Shomurodov ma non può nulla sullo scavetto. Nella ripresa risponde invece presente nel confronto con l'ubzeko e fa una grande parata su Kallon. Attento poi nel finale su Rovella.

Rugani: 6. Il migliore del terzetto di difesa. Semplici gli dà fiducia e lui risponde presente.

Klavan: 5,5. Si lascia superare in velocità da Shomurodov, si vede la differenza di passo e di età. Tiene la posizione ma paga la lettura sbagliata del primo tempo.

Carboni: 5,5. Sale in ritardo sul gol di Shomurodov, per il resto non va in affanno. Un po' più in difficoltà nella ripresa, dove prende anche un giallo per un fallo su uno scatenato Shomurodov.

Nandez: 5,5. Parte molto largo ma non è la solita spina nel fianco, mette un buon pallone in mezzo per Cerri, poi si eclissa. Dal 46' Zappa: 5,5. Calcia a porta quasi sguarnita ma Zapata gli nega il gol, un po' timido, non incide molto.

Marin: 5,5. Il vantaggio del Genoa nasce da un suo pallone perso, poi può pareggiare ma calcia troppo a lato da ottima posizione. Nella ripresa cala.

Deiola: 6. Fa da cerniera in mezzo al campo, poco presente in fase di costruzione, meglio in ripiego. Dal 69' Pereiro: 5,5. Torna dopo il Covid e si vede, poco in partita nonostante il tempo non sia così tanto. Ha l'ultima occasione della stagione, quella per il pareggio, ma il colpo di testa non è il suo forte.

Lykogiannis: 6. Non spinge troppo, sta più in difesa, parte bene ma poi cala un po'. Partita comunque sufficiente. Dall'80' Sottil: 6. Rientra dopo mesi di inattività, ci mette pochissimo a carburare e con una sgasata fa fuori Behrami che lo ferma con le cattive e viene espulso. Un paio di spunti interessanti che sanno di rimpianto.

Nainggolan: S.V. Si fa male dopo 10 minuti ed è costretto ad abbandonare il campo. Dal 10' Duncan: 6. Mette muscoli e intensità, è uno dei pochi che prova a costruire.

Joao Pedro: 6. Prende un palo dopo pochi minuti, poi ha un'altra occasione ma si fa murare. Un po' nascosto invece nella ripresa, si risveglia nel finale con una giocata da campione che solo un super Paleari può sventare.

Cerri: 6. Per poco non arriva su una palla invitante di Nandez, ma si scontra con Paleari. Rifinisce più volte per i suoi compagni con qualità. Nel primo tempo ha due occasioni, in una spara troppo alto e nella seconda il suo destro a giro viene deviato. Nella ripresa ci mette il piedone ma Paleari è più fortunato che bravo. Il più attivo lì davanti. Dal 69' Simeone: 5,5. Poco servito, non si vede quasi mai.

Semplici: 6. Lascia fuori Godin e Ceppitelli e si vede, il Cagliari però in avanti costruisce ma spreca. Una sconfitta un po' bugiarda, comunque indolore che non fa testo nella grande cavalcata fatta da dopo il suo arrivo.