Partecipa a Blog Cagliari Calcio 1920

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Buio totale: le pagelle rossoblù

Le pagelle del Cagliari, sconfitto in casa dal Milan

Condividi su:

Cragno: 6. Nulla può fare sul rigore di Ibrahimovic, mentre si allunga a deviare il tiro dalla distanza di Calabria, venendo poi graziato dal palo interno colpito dallo stesso difensore rossonero. Nella ripresa capitola ancora su Ibrahimovic, che sorprende solo soletto l’intera retroguardia rossoblù. Nega allo stesso svedese la gioia del terzo gol.

Zappa: 5. Sorpreso dal lancio di Calabria che serve Ibrahimovic la palla del 2-0. Troppe disattenzioni che cancellano la buona volonta del ragazzo in fase offensiva (Dal 79’ Pavoletti: s.v.).

Ceppitelli: 5. Bravo in anticipo nei primi minuti, ma è troppo statico sulle verticalizzazioni rossonere che fanno veramente male. Ammonito per un fallo su Meitè.

Godin: 5.5. I gol ospiti non sono sua responsabilità. Merita il giallo per proteste. Perde sul finale la marcatura su Ibrahimovic, salvo poi recuperare.

Lykogiannis: 4.5. Si fa beffare da Ibrahimovic atterrandolo e causando il rigore che porta in vantaggio il Milan dopo appena sei minuti. Soffre la velocità avversaria e suo malgrado partecipa anche al 2-0 ospite, tenendo in gioco Ibrahimovic.

Marin: 6.5. Recupera ottimi palloni e fa ripartire l’azione, inserendosi anche con qualità. Decisamente il miglior giocatore cagliaritano di movimento.

Nainggolan: 5.5. Frena le ripartenze ospiti ma non mostra il solito carattere che lo contraddistingue.

Duncan: 5.5. Efficace nel recupero palla ma sbaglia troppo. Ci può stare, considerando che non sia pienamente in condizione data l’assenza di due mesi e il fresco arrivo in Sardegna (Dal 68’ Oliva: s.v.).

Pereiro: 4.5. Se messo nelle condizioni di calciare può rendere, ma sono troppi i passaggi semplici errati ed è irritante la sua lentezza in campo (Dal 57’ Sottil: 6.5. Il suo ingresso offre linfa ai rossoblù. Reclama anche un rigore, che a giudicare quello concesso al Milan ci starebbe).

Joao Pedro: 5. Cicca qualche pallone di troppo. Regala nella ripresa un bellissimo assist per Simeone, non sfruttato a dovere, ma è l’unica luce in una partita desolatamente buia.

Simeone: 4.5. Fatica a capire lo sviluppo dell’azione e dialogare con i compagni. Non trova il gol facendosi sbarrare la porta da Donnarumma (Dal 79’ Cerri: 6. Impegna di testa severamente il portiere rossonero).

All. Di Francesco: 4.5. Le attenuanti sono terminate. La squadra, pur ben messa in campo, non segue a dovere i dettami del tecnico e sembra psicologicamente a terra. Solo la superiorità numerica nell'ultimo quarto d'ora pare ridestare i rossoblù, che tuttavia l’ennesima volta non hanno mostrato la cattiveria necessaria per salvarsi.

Condividi su:

Seguici su Facebook