Partecipa a Blog Cagliari Calcio 1920

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Grande festa al Cagliari Point, Ekdal: “A Udine per fare risultato”

I rossoblù protagonisti in Piazza Unione Sarda

La Redazione
Condividi su:

Cagliari - Dal nostro inviato Marco Zucca

Entusiasmo e grande festa al Cagliari Point di Piazza Unione Sarda, dove Joao Pedro, Lorenzo Crisetig, Andrea Cossu ed Albin Ekdal si sono concessi ai tifosi che hanno acquistato il calendario rossoblù, per autografi e foto ricordo. Un momento di gioia che precede di poco il delicatissimo incontro che la squadra guidata da mister Zola disputerà al “Friuli” contro l’Udinese. Niente di meglio, allora, di una bella dose di ottimismo e di calore, immancabile, quello dei supporters rossoblù, nei confronti dei loro campioni.
Disponibilità anche nei confronti della stampa. Ha parlato Ekdal. Ecco le sue dichiarazioni:

"In coppa abbiamo avuto una squadra con meno esperienza, con tre-quattro debuttanti e giocatori che hanno giocato meno. Ci abbiamo provato fino alla fine ma purtroppo siamo usciti e ora dobbiamo concentrarci sul campionato. Zola non chiede cose molto diverse rispetto a Zeman, forse un po’ più possesso palla. Il nuovo mister ci dice che se vogliamo salvarci dobbiamo giocare da vera squadra, credere in noi e lavorare tutti  insieme per uscire da questo momento. Contro il Cesena ho giocato trequartista, attaccante quasi, un ruolo nuovo ma che mi piace. Non cambia molto come movimenti da fare rispetto alla mezzala. Siamo felici di aver finalmente conquistato la prima vittoria in casa. Mi sono divertito, e mi ha fatto piacere vedere i tifosi contenti dopo tanto, mi mancava, è stato bellissimo. Andiamo a Udine per fare risultato, provare a vincere, non sarà semplice ma vogliamo dare il massimo. Sicuramente mi sento un giocatore più maturo rispetto a quando sono arrivato in Sardegna. Pensare che con Ficcadenti non giocavo! Credo che questa sia la migliore stagione finora, e desideri che continui ad essere tale. Mi trovo bene con Cossu in campo, ma domenica ho avuto una buona intesa anche con Pedro. Il recupero di Sau? Fondamentale, ci serve come il pane in questo momento, ci servono i suoi gol. Fa piacere l'interesse di club stranieri, ma la mia testa è solo al Cagliari: dobbiamo pensare a salvarci. Ai tifosi posso dire che stiamo lavorando ogni giorno per migliorare e per renderli felici. La strada è lunga e piena di insidie ma ce la faremo, ne sono certo".


 

Condividi su:

Seguici su Facebook