Partecipa a Blog Cagliari Calcio 1920

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Cagliari, i cinque motivi per cui bisogna battere l'Ascoli

Contro i bianconeri gara alla portata dei rossoblù

Condividi su:

Stasera il Cagliari affronterà l'Ascoli nel posticipo della 14esima giornata del campionato di B 2015/2016. Quali sono i 5 motivi per cui bisogna sconfiggere i bianconeri? Vediamoli:

1) Perché al Sant'Elia: altro giro, altra corsa. Dopo sette vittorie su sette tra le mura amiche, i sardi cercano l'ottavo successo casalingo. Finora il Sant'Elia è stato una vera e propria fortezza, per l'Ascoli servirebbe una vera e propria impresa.

2) Zero alibi: da oggi non si potrà nemmeno far ricorso alla scusante-infortunati. Mister Rastelli dispone di (quasi) tutti gli effettivi (eccetto Capuano, infortunato, e Benedetti, che ha giocato con la Primavera) e potrà compiere ampia scelta nell'assegnare le undici maglie da titolari.

3) Il ritorno di Marco: seppur dalla panchina, si rivede dopo tanto, troppo tempo, Marco Sau. Il bomber di Tonara potrebbe anche scendere in campo nella ripresa e riassaggiare il terreno di gioco. Serve un'accoglienza trionfale. E vincente.

4) Per tornare a +4: le vittorie di Bari e Crotone hanno riportato le due squadre ad un solo punto dai rossoblù. I pugliesi e i calabresi fanno sentire il fiato sul collo agli uomini di Rastelli, che con una vittoria riprenderebbero a navigare in acque tranquille.

5) Per proseguire la striscia: il Cagliari si trova a tre vittorie consecutive. Battere l'Ascoli vorrebbe dire portare a quattro il filotto di successi e dare un'altra sterzata al campionato.

Condividi su:

Seguici su Facebook