Partecipa a Blog Cagliari Calcio 1920

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Galliani, Berlusconi, Cellino e il piano "segreto"...

Il Milan è pronto a sferrare l'assalto decisivo per portare in rossonero Radja Nainggolan. Definita la strategia da seguire mancherebbe solo l'ok di Silvio Berlusconi

Condividi su:

Entra nel vivo il calciomercato. E con esso anche le diverse strategie di società, presidenti e procuratori. Possibilità, “depistaggi”, operazioni da cercare di portare in porto “in un certo modo”. In casa Cagliari resta sempre aperta la porta in vista della probabile – ma non sicura – cessione entro gennaio di Nainggolan in favore di una delle big del campionato italiano. Juventus, Roma, Napoli, Milan, sono certamente interessate al gioiello belga-indonesiano, tuttavia nelle ultime ore si fa strada la possibilità – tutto sommato credibile e possibile oltre che probabile – che possa essere il Milan a “far proprio” il centrocampista rossoblù.

Tanti soldi – circa 7 milioni - e l’ottima contropartita tecnica – il giovane Cristante – sono di per sé un ottimo “motivo” affinché si realizzi ciò che il presidente Cellino ha annunciato: “Nainggolan andrà via, la Juve me l’ha chiesto per prima ma il giocatore mi è stato chiesto anche dal mio amico Galliani."

E da quanto si apprende, in casa Milan sarebbe stato messo in atto un vero e proprio piano per portare tra i diavoli il buon Radja, alla corte di Allegri dunque, che ben lo conosce e che gli concederebbe spazio sia in campionato che in Champions.

Ma in cosa consiste il piano del Milan?

Discrezione e contatti già avviati da tempo! Galliani rientrerà dal Brasile subito dopo l’Epifania e sarà proprio in quei giorni che la società di Via Turati proverà l’assalto decisivo – forse già “concordato” anche con il presidente Cellino che intanto e rientrato a Miami- e con l’ok di Silvio Berlusconi che per il momento non è ancora arrivato e pertanto, come da consuetudine in casa Milan, nulla diventa ufficiale senza il benestare del proprietario.

Ok che potrebbe anche "definirsi" attraverso una sorta di tacito assenso, nessun rumore insomma, la strategia è quella del silenzio: in questi casi facilita le operazioni e gli affari.

Il Milan teme comunque la concorrenza ma punta molto sugli ottimi rapporti esistenti tra la società lombarda e quella sarda e sull’asse Cellino Galliani.

Un asse forte che dovrebbe portare Nainggolan al Milan entro gennaio, fermo restando, che il calciomercato spesso è tutto e il contrario di tutto… non resta che stare alla finestra a guardare! 

Condividi su:

Seguici su Facebook