Cagliari, avanti contro le avversità

L’emergenza indisponibili che ha colpito i rossoblù non è ancora rientrata ma non è tempo di isterismi: domenica c’è il Verona

pubblicato il 03/12/2020 in Approfondimenti da Antonello Cossu
Condividi su:
Antonello Cossu
2020

Lasciatosi alle spalle un temibile trittico di partite condensate in nove giorni, il Cagliari si rituffa nel campionato con la speranza di conquistare immediatamente i 3 punti dopo un periodo colmo di avversità.

Non sarà facile perché la casella degli indisponibili è ancora piena: le contemporanee positività al Covid-19 che hanno colpito i sardi nelle figure di Godin, Nandez, Simeone e Gaston Pereiro, alle quali va aggiunto l’infortunio di Lykogiannis, hanno tolto profondità alla rosa di Di Francesco che ha dovuto trovare soluzioni alternative in alcune zone del campo, vedi Carboni schierato terzino sinistro o Cerri recuperato dal dimenticatoio.

Soluzioni che, chi più chi meno, hanno permesso al Cagliari di andare avanti in maniera discreta sia in campionato - dove i rossoblù hanno racimolato un punto tra Juventus e Spezia ma potevano essere tre con un po’ di attenzione in più - che soprattutto in coppa, in cui ha passato il turno ai danni del Verona. E sarà proprio il Verona di Juric il prossimo avversario dei sardi: una sorta di secondo atto che però, purtroppo, sarà ancora probabilmente privo dei numerosi protagonisti nominati poche righe più su.

Per il Cagliari non è tuttavia tempo di isterismi ma di fare necessità virtù: nel calcio questi momenti capitano, non sono per niente rari e vanno superati con la forza del gruppo. Arriveranno tempi migliori e con essi risultati migliori, per il momento barra dritta è rotta verso l’obbiettivo che rimane, non dimentichiamolo, quello di crescere e disputare una stagione tranquilla.